Ice World: Cappellini Lanotte-sixths in the short dance, at 1.81 from the podium

La coppia azzurra, sulle note de «La vedova allegra», commette qualche imprecisione di troppo: la possibile medaglia ora è lontana. Oggi, nella notte italiana, il libero: guidano i francesi Papadakis-Cizeron. Bravi Guignard-Fabbri: decimi

E’ in salita la strada di Anna Cappellini-Luca Lanotte verso il podio mondiale della danza. La coppia azzurra, dopo il corto che al TD Garden di Boston ha inaugurato la rassegna, occupa infatti il sesto posto. Gli iridati di Saitama 2014, con «La dolce vita» del libero di oggi (nel cuore della notte italiana), per centrare una medaglia, dovranno scavalcare tre coppie e recuperare 1.81 punti. Servirà un’impresa. E’ molto buono, invece, il decimo posto parziale di Charlene Guignard-Marco Fabbri (65.96).
SBAVATURE — Intanto, «La vedova allegra» della prima parte di gara, sebbene sempre elegante e matura, non regala meraviglie. Anna e Luca sono stranamente imprecisi: pasticciano nei twizzle, fuori unisono, hanno una pattinata un po’ rigida e lenta e non sempre i livelli sono quindi all’altezza. Non basta la presenza e la personalità: gli allievi di Paola Mezzadri, con 70.65 punti, sono preceduti dalle altre quattro coppie favorite alla vigilia, ma anche (seppur di soli 5/100 di punto) dai canadesi Piper Gilles-Paul Poirier. Meritano 34.35 per il punteggio tecnico (settimi) e 36.30 per gli aspetti artistici (quinti): la somma non può nascondere un po’ di delusione.
LA GARA — Al vertice, sublimi più che mai, i francesi Gabriella Papadakis-Guillaume Cizeron (76.29): i campioni uscenti, imbattuti da quindici mesi, non temono confronti. Il titolo, salvo clamorose sorprese, sembra quasi già ipotecato. Alle loro spalle le due coppie statunitensi, beniamine di casa: Maia Shibutani-Alex Shibutani (il cui libero è però strepitoso), secondi con 74.70 e Madison Chock-Evan Bates, terzi con 72.46. Quarti i canadesi allenati da Pasquale Camerlengo, Kaitlyn Weaver-Andrew Poje (71.83). Addirittura clamorosa la debacle russa: i migliori, Victoria Sinitsina-Nikita Katsalapov, con 67.68, sono solo noni. Seguiti da vicino, appunto, da Guignard-Fabbri: gli allievi di Barbara Fusar Poli, frizzanti come sempre nella loro «Torna a Surriento» interpretata da Luciano Pavarotti, non tradiscono le attese e, soprattutto da un punto di vista tecnico, sono sempre più coppia da vertice.
 Andrea Buongiovanni
source:www.gazzetta.it
0 Comments

Leave a reply

©2017 Sportisco All Rights Reserved

Log in with your credentials

Forgot your details?