Kostner Silver Medal on Sochi Scandal 2014?

Sotnikova on Suspicion of 2014 Sochi Doping Scandal. Kostner brings Silver?  In Korea,they already celebrate Yuna Kim brings Gold.

Source: Gazzetta.it

Ghiaccio, pattinaggio. Scandalo Sochi 2014. Sospetti sulla Sotnikova: Kostner d’argento?

La provetta di Adelina manipolata, ma questa prova da sola non basta. Carolina: “Che tristezza”. La 17enne vinse l’individuale: in Sud Corea già festeggiano Yu-Na Kim . Dopo il possibile bronzo nel biathlon per l’Oberhofer, altro guadagno per l’Italia?

Occorre cautela. Estrema cautela. Soprattutto ribadendo che non si è di fronte ad alcun caso di acclarata positività all’antidoping. Ci sono inchieste in corso. Ci sono due commissioni Cio al lavoro. Ci sono tanti dettagli da chiarire. Certo è, però, che la situazione legata a un cospicuo numero di atleti russi protagonisti all’Olimpiade invernale di Sochi 2014 si fa di giorno in giorno più delicata. E a “beneficiarne” potrebbe esserci anche l’Italia. Agli otto podi azzurri di allora, in attesa di sviluppi, se ne potrà aggiungere uno, quello di Karin Oberhofer, che trasformerebbe il suo quarto posto nella sprint del biathlon in un terzo, mentre il bronzo di Carolina Kostner nel pattinaggio di figura potrebbe diventare un argento.
MEDAGLIATI — Come era emerso dalla seconda parte del famigerato rapporto McLaren resa pubblica venerdì 9 dicembre, tra gli oltre mille atleti coinvolti in casi di “doping di Stato” (per la precisione 1115 di oltre 30 discipline), comparivano anche dodici medagliati dei ricchissimi Giochi disputati due anni fa in riva al Mar Nero per volontà di Vladimir Putin. Le provette dei loro controlli sarebbero state manomesse, con ovvie conseguenze. La novità è che quei dodici, ai quali nel report ci si riferisce solo con caratteri alfanumerici, in via più o meno ufficiale, ora hanno anche nomi e cognomi precisi. E sono nomi e cognomi ingombranti. Perché riguardano atleti allora complessivamente vincitori di cinque ori, sei argenti e un bronzo. Quindi di una parte pesante del bottino che permise al Paese di conquistare il medagliare (come solo a Lillehammer 1994, in rassegne analoghe), un quadriennio dopo il flop di Vancouver (11° posto).
LE STELLE — Tanti i big: dal 33enne sciatore di fondo Alekandr Legkov, oro nella 50 km e argento in staffetta, al 42enne bobbista Aleksandr Zubkov, trionfatore – coi compagni – nel due e nel quattro. Sul coinvolgimento del primo, venerdì scorso sospeso dalla propria federazione internazionale, ci son dubbi ormai relativi. Sul secondo circolavano da tempo voci insistenti. Ma a stupire, su tutto, è adesso la presenza nell’elenco di Adelina Sotnikova, reginetta moscovita che a Sochi, tra mille polemiche, vinse l’oro della figura, quello della gara della Kostner, una delle più prestigiose dell’intero programma. Altre, per più motivi, erano e sono le compagne di squadra chiacchierate: Tatyana Volosozhar e Ksenia Stolbova, per esempio. Il loro coinvolgimento metterebbe in dubbio anche l’oro a squadre (alla quale la Sotnikova non partecipò), con l’eventuale promozione dell’Italia al bronzo.
SORPRESA SOTNIKOVA — La Sotnikova, allora 17enne (non una dal curriculum esagerato), favorita dall’essere giudicata in casa, precedette la sudcoreana Yu-Na Kim, lei sì vera stella e campionessa uscente. Adelina, poi sostanzialmente sparita dalle scene, finisce nel rapporto McLaren col codice A0848: non è nella lista degli atleti dalle provette scambiate, nè in quella di coloro i cui test sono risultati positivi o hanno presentato anomalie. L’analisi sulle urine della pattinatrice (provetta n. 2888916) ha dato esiti nella norma. Più semplicemente (se così si può dire), la provetta stessa è stata manomessa con modalità t ype1 . Presenta, cioè, segni di riconoscimento che non sottointendono che sia stata aperta, né che abbia subito tentativi di apertura. Per un’eventuale incriminazione serve la correlazione con altre evidenze scientifiche. Ed è per questo che, probabilmente, si procederà a ritestare il liquido.

 

0 Comments

Leave a reply

©2017 Sportisco All Rights Reserved

Log in with your credentials

Forgot your details?